L’affido familiare è uno strumento che si inscrive nel complesso di azioni psico-sociali volte a garantire il diritto del minore, di avere le cure necessarie alla sua crescita. E’ una risposta a situazioni di disagio o maltrattamento di quei minori, sia italiani che stranieri, “temporaneamente privi di un ambiente familiare idoneo”. L’affido permette loro di ricevere cure genitoriali all’interno di una famiglia, senza rompere il legame con la famiglia di origine.

La famiglia affidataria garantisce al bambino: ascolto, attenzione, continuità, sostegno emotivo e lo segue negli aspetti concreti della vita quotidiana.

L’affido è utile anche a sostenere la famiglia in difficoltà a diversi livelli , dalla riduzione di un sovraccarico familiare (tempi lavoro/tempi dell’accudimento), all’interruzione di catene di trascuratezza, inadeguatezza, sofferenza e ha come obbiettivo il possibile rientro in famiglia del minore. L’intervento è temporaneo intendendo con questo termine “tutto il tempo necessario perché la condizione di rischio per il minore cessi.”

L’affido viene realizzato a seguito di attenta valutazione/progettazione da parte di un’equipe multidisciplinare appositamente incaricata e opportunamente formata. Tale valutazione deve comprendere la recuperabilità della famiglia di origine e/o l’importanza del mantenimento ei rapporti con i genitori anche in assenza di ipotesi di rientro in famiglia. L’equipe provvede anche al monitoraggio e al sostegno dell’esperienza e ne valuta gli esiti e la durata.

L’affido può essere consensuale, quando è formulato e predisposto in accordo con la famiglia di origine o giudiziale, quando è disposto dall’Autorità Giudiziaria con provvedimento del giudice competente.

 

Funzioni

Il servizio affidi opera in integrazione con l’ASST, area consultoriale, per la valutazione dell’idoneità delle famiglie affidatarie.

Il servizio affidi quindi ha il compito di: Promuovere l’istituto dell’affido attraverso incontri di promozione e sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza; Promuovere percorsi  di formazione iniziale delle famiglie disponibili all’affido; Promuovere percorsi di formazione e verifica attraverso incontri di gruppo con le famiglie affidatarie; Promuovere percorsi di verifica individuale con le famiglie affidatarie; Attivare affidi familiari di minori su richiesta ed in collaborazione con i Servizi sociali di base o del Servizio  di Tutela Minori; Gestire una banca dati di famiglie disponibili all’affido; Produrre materiale informativo; Selezionare le famiglie candidate all’affido;

 

Componenti:

Dott.ssa Claudia Rivetti – Psicologa

Dott.ssa Giulia Leonardi – Assistente Sociale

 

Per info:

e-mail: servizioaffidi@concass.it

tel: +39 0375 42727 int. 6